A proposito di...

 

...Se il premier lascia la rivoluzione a metà finisce come noi

28 Ottobre 2014

Davvero bella questa immagine coniata da Renzi di una Camusso che cerca di infilare un gettone nell' i-phone e di un Fassina allo zoo che, essendo anch'egli impegnato nella stessa operazione, infine si arrende e chiede al nipotino come funziona quell'aggeggio.(continua...)

 

...Giovanni Falcone, servitore di questo Stato

23 Maggio 2014

Se vogliamo davvero ricordare Giovanni Falcone, non possiamo limitarci alla dimensione della sola memoria. Dobbiamo fare di più. Dobbiamo dare un senso alla sua vita, al suo lavoro, al suo sacrificio. Perchè un uomo vive ancora se la sua opera continua a dare a noi una guida, un aiuto, un esempio. E nessun uomo muore mai definitivamente fino a che si pone come punto di riferimento delle nostre discussioni e azioni. (continua)

 

...Riforma del Senato della repubblica

3 Aprile 2014

"Ho l'impressione che ci sia una forma di
incertezza sulla natura, sulla figura, sul ruolo del Senato".
Ai microfoni di Radio Vaticana l'ex presidente del Senato
Marcello Pera boccia la riforma proposta dal Governo Renzi. "Le
competenze che gli vengono lasciate - denuncia - non sono ben
definite, non si sa bene che cosa questi senatori devono fare".
Nella proposta "c'e' un po' di demagogia e di populismo" frutto della famosa "disputa contro la cosiddetta casta".
Tra l'altro, "chi non e'
retribuito o chi da un lontano comune d'Italia viene a Roma,non attribuisce grande ruolo e grande peso alla funzione che svolge".
"Quindi - sottolinea - c'e' anche una questione che riguarda la dignita' del senatore, ma al tempo stesso il ruolo che gioca".

 

...Presentazione del libro su mons. Sambi

18 Gennaio 2014

A tre anni dalla morte, avvenuta a Baltimora, negli Stati Uniti, è nelle librerie "Pietro Sambi, nunzio di Dio": il volume scritto da Valerio Lessi per le edizioni Cantagalli. Il libro racconta la vita dell'arcivescovo romagnolo e diplomatico molto apprezzato che spese la sua vita a servizio della Chiesa. Alla presentazione, nella sede di Radio Vaticana il cardinale Angelo Sodano ed il professor Marcello Pera.

 

...Proposta Liberale

27 Ottobre 2013

Intervista di Corrado Castiglione a "Il Mattino"

" Bisogna far presto. Qui l'unica cosa che finora era in grado di tenere il centrodestra unito era un forte sentimento contrario alla sinistra, ma molto presto non basterà più, perchè il centrosinistra sta cambiando pelle...(continua)

 

    INIZIATIVE

  • Il sen. Pera in Città del Vaticano
  • 26 Settembre 2013

    Il sen. Pera parteciperà alla Festa del Corpo della Gendarmeria alle ore 18,30 presso il Giardino Quadrato dei Musei Vaticani.

    ATTIVITÀ INTERNAZIONALI

  • Il sen. Pera a Washington DC
  • 26 Gennaio 2011

    How Necessary Is Christianity to European Identity?

    Once the heart of Christendom, Europe now is increasingly a secularist culture. While many states retain Christian symbols on their flags and official sports team uniforms, and references to Christian beliefs remain in some constitutions, many Europeans are leaving the religion. Earlier this decade, in considering the ratification of a European constitution (an effort that ultimately failed), the EU omitted from the preamble any historical reference to Europe's Christian roots, though it duly noted its ancient Greek and Roman heritage.



    Recently, the question of European identity has been brought into sharp focus over issues of Muslim immigration and integration. This fall, German Chancellor Angela Merkel asserted that the "multikulti" concept where people would "live side-by-side" happily was not working, and immigrants needed to do more to integrate. This followed initiatives to ban some symbols of Islam, such as minarets in Switzerland and burkas in France, as well as gains at the polls by anti-immigration parties throughout the Continent. How necessary to European identity is its Christian heritage? Do these developments indicate a trend toward reclaiming Europe's Christian identity? How might Christianity be relevant to Europe's future?



    Marcello Pera, an Italian philosopher, Senator, and former President of the Italian Senate, is a Visiting Fellow at Hudson Institute. At Hudson, he is writing a book entitled Science and Religion, Politics and Faith: On the Origins and Foundations of Secularism. This volume follows his 2008 book, Perchè dobbiamo dirci cristiani: Il liberalismo, l'Europa, l'etica (Why We Should Call Ourselves Christians: Liberalism, Europe, and Ethics), which includes an introduction by Pope Benedict XVI.



    George Weigel is a Distinguished Senior Fellow and William E. Simon Chair in Catholic Studies at the Ethics and Public Policy Center. He is a Catholic theologian and one of America's leading public intellectuals. Weigel's most recent book is The End and the Beginning: Pope John Paul II The Victory of Freedom, the Last Years, the Legacy, which chronicles John Paul's decades-long struggle with communism and recounts the tumultuous last years of John Paul's life.



    Hudson Senior Fellow and Director of the Center for Religious Freedom Nina Shea will introduce and moderate the event.



    This event will be streamed live on Hudson's website: www.hudson.org/WatchLive.



    Please RSVP to events@hudson.org with "Europe" in the subject line.





    Betsy and Walter Stern Conference Center

    Hudson Institute

    1015 15th Street, NW

    Sixth Floor

    Washington, DC 20005

 

Articoli e interviste

Pera: Grasso? Al suo posto la tagliola l'avrei messa prima
30 Luglio 2014

Intervista di Alessandro Barbera

"Ma il Caos in Senato dimostra che serviva una Costituente"

Stampa internazionale

Israel: A Normal Country
10 Luglio 2010

by Wall Street Journal

Hostility to the Jews has been a stain on the Western world's honor for centuries.

The following statement has been signed by Jose Maria Aznar, David Trimble, John R. Bolton, Alejandro Toledo, Marcello Pera, Andrew Roberts, Fiamma Nirenstein, George Weigel, Robert F. Agostinelli and Carlos Bustelo.

Israel is a Western democracy and a normal country. Nonetheless, Israel has faced abnormal circumstances since its inception. In fact, Israel is the only Western democracy whose existence has been questioned by force, and whose legitimacy is still being questioned independently of its actions...

Comunicati

LAVORO: PERA, NON E' UNA RIFORMA, E' 'ACQUA TRIACALE'
31 Maggio 2012

"Questa non e' una riforma, e'
cultura di concertazione Cgil''. Cosi' Marcello Pera, durante le
dichiarazioni di voto in Senato sul ddl lavoro, ha motivato la
propria astensione, in dissenso dal suo gruppo.
Pera ha poi citato un aneddoto di quando era studente
universitario di filosofia, e con i colleghi sosteneva delle
tesi poco argomentate con il loro professore: ''questi
rispondeva dicendo 'interessante, mi ricorda l'acqua triacale'.
Al che - ha raccontato Pera - noi cadevamo nel tranello e
chiedevamo cosa fosse questa 'acqua triacale'. Al che il nostro
professore rispondeva 'l'acqua triacale e' quella che non fa
bene e non fa male''.
''Ecco - ha concluso Pera - questa riforma e' come l'acqua
triacale. Quello che mi dispiace e' che, fatta questa riforma,
per decenni non se ne fara' piu' alcun altra''.

Discorsi

Unde venis, Europa?
3 Febbraio 2010

Parlamento Europeo
Working Group on Human Dignity

1. La questione dell'anima

Sono passati quasi venti anni da quando l'allora presidente della Commissione europea Jacques Delors dichiarò che l'unificazione dell'Europa non può essere solo una questione economica e lanciò la sfida di "dare un'anima all'Europa". Durante questo periodo quell'idea che fu ripresa dal presidente Prodi e da altri politici di alto profilo ha prodotto una delle industrie culturali europee più fiorenti. Il fatturato, in termini di incontri, dibattiti, convegni, libri, saggi, discorsi, iniziative, è stato impressionante. Ma il bilancio netto è, a voler essere onesti, deludente: la situazione oggi non è diversa da quella di allora. Se le profezie valessero anche in politica, poichè Delors fissò un termine di dieci anni, si dovrebbe concludere che abbiamo perduto la partita sia di andata che di ritorno. Naturalmente, è vero che il campionato è lungo, ma è anche vero che il gioco della squadra non lascia ben sperare...